ElzeviroPop

LIBRI / Il Crocevia di Vargas Llosa, tra erotismo e alta letteratura

In Italia si chiama Crocevia (2016, Einaudi editore) l’ultimo romanzo del premio Nobel Mario Vargas Llosa, e in effetti proprio di un crocevia si tratta. Meglio: di un ‘turbinio’, come il nome del capitolo più importante, sul finale, le cui pagine piene di dialoghi diversi ma perfettamente mescolati si candidano a pieno titolo tra i nuovi […]

MUSICA / Dr.gam gioca con i clichè, ma tranquilli: vince lui

Errata l’idea che un esordiente arrivi vergine al suo primo album, subito pronto a dare fiato al talento innato. Dr.gam – Andrea Gamurrini all’anagrafe di Fano – chitarrista e performer di lungo corso, al suo arrivo nel mondo delle produzioni musicali, in auto ha talmente tanta roba che, più che un esordio, pare un trasloco. L’atto finale di […]

TEATRO / Allarmi! Così nasce il male

 “Allarmi!“, lo spettacolo di ErosAntEros, prodotto da Ert e in scena all’Arena del Sole di Bologna fino a domenica 16 ottobre 2016 (e poi a Piacenza e Ravenna), è tante cose, ma prima di tutto è paura. Quella fisica, irrazionale, concreta, che qualcuno ci faccia improvvisamente del male, o che limiti a zero la nostra libertà. […]

MUSICA / E se Chiara Dello Iacovo salvasse il pop?

Argomento già troppe volte affrontato quello dei talent, che ci propinano ogni anno cantanti con troppa ugola e zero identità, rappresentati da un nome di battesimo e soltanto da quello. Pronti a finire di diritto nella musica che conta, salvo poi spesso non essere in grado di scrivere da soli una frase, suonare uno strumento, affrontare un live. […]

LIBRI / Lasciate in pace i lettori della Ferrante (e lei stia al gioco)

Complicata, ma non inedita, la vicenda di Elena Ferrante. Presente sul mercato dal 1992 con “L’amore molesto”, il mercato l’ha pressoché ignorata, perlomeno fino al 2011, quando è uscito “L’amica geniale“, il primo di una lunga e fortunata serie. A quel punto sono successe due cose: i media italiani hanno continuato più o meno a ignorarla; il pubblico, […]

MUSICA / La riserva indiana del Premio Tenco

Dopo una gara senza esclusione di colpi, alla fine a Sanremo ha trionfato Niccolò Fabi. Sua la targa per il miglior album dell’anno, “Una somma di piccole cose”, seguito da “Folfiri o Folfox” degli Afterhours, da “Canzoni nascoste” di Gerardo Balestrieri e “Canzoni della Cupa” di Vinicio Capossela. La miglior canzone dell’anno, invece, per la giuria è “Bomba […]

IDEE / Quell’ansia per lo zar e l’opportunità delle Olimpiadi in tv

Dice: tutti bravi voi, a ricordarvene ogni quattro anni. Tutti sportivi fino al midollo, appassionati di lotta libera e tuffo sincronizzato solo per due settimane. Il riferimento – e quante volte lo abbiamo sentito in questi giorni – è ai ‘turisti’ degli sport olimpici. Quelli che al mattino hanno chiesto al vicino di ombrellone le regole della pallavolo […]

MUSICA / La via di fuga dei Red Hot Chili Peppers

I Red Hot come i Beatles? L’ipotesi non è peregrina, se la si prende per il giusto verso. Cominciando col circoscriverne i confini: i Red Hot sono come i Beatles, inarrivabili per Costituzione, in un caso specifico: quando dimostrano di saper rispondere a una necessità di sperimentare, di divertirsi, pur non tradendo mai la propria marca […]

LIBRI / Francesco Recami e la morte di una saga

Cominciare una saga dalla fine ha i suoi bei vantaggi. Uno su tutti: cominci consapevole della morte del personaggio e, se non ti è piaciuto, puoi chiuderla lì. Se invece ti ci affezioni troppo puoi sempre proseguire a ritroso, o cominciare dall’inizio. Gli svantaggi al contempo ci sono pure: ad esempio tutta una serie di non detti […]

MUSICA / Aram, una chitarra che può essere qualunque cosa

Questa non è una recensione. Non lo è, anche se c’è un disco di mezzo: ‘Aram’, Renato Caruso, 2016, Gne Records. Un album strumentale di chitarra classica, strumento senza effetti o elettricità che, pure, nelle mani giuste, col solo apporto di unghie, polpastrelli e palmi, può diventare mille altre cose. Un violino, ad esempio. O una fender, un basso […]

LIBRI / Dall’altro capo del filo c’è Camilleri

Dall’altro capo del filo c’è sempre Andrea Camilleri. Anche se non ci vede più: novello Omero, detta i suoi libri alla storica editor Valentina Alferj. Ci vuole stile anche in questo: nel ringraziarla (e tributarle un contributo autorale e non solo manovale) il Maestro non dice ‘sono diventato cieco’, ma ‘a causa della mia sopraggiunta cecità’. E […]

LIBRI / Mi chiamo Lucy Barton, sono un romanzo perfetto

Qual è il romanzo perfetto? La domanda, posta in termini assoluti, non avrebbe senso. Il romanzo perfetto, in cruda sostanza, è quello che riesce a piacere a più persone possibile. Per dirla in semiotica: che sappia prevedere un numero assoluto di lettori modello, così da appagare chi è in cerca di una storia, magari d’amore, […]