La cronaca a colori

Il metrò e il paradosso del 5

IL PARADOSSO sta tutto in un numero. Il cinque. Per chi non se lo ricordasse, Milano ha già la metropolitana 5. Ma non ha ancora la 4, e il dibattito di queste ore sul punto di equilibrio per far partire i lavori rischia, paradossalmente, di far perdere di vista la strategia complessiva. Che dovrebbe essere […]

Liberi di uccidere

TUTTO secondo le regole, tutto secondo la legge. E ormai rischiamo perfino di abituarci. Un uomo sicuramente violento, sicuramente pregiudicato, nel 2005 ammazza un altro uomo in una rissa. E nove anni più tardi è fuori dal carcere, libero ma non bello, affidato – ma che vuol dire, esattamente, la parola affidato? – ai Servizi […]

Fashion caos

Ci sono notti magiche e ce ne sono altre bestiali. Poco magica, e – dai – quasi bestiale, la notte di chi tra sabato e domenica si è trovato a dover andare in giro per la città dopo una partita finita un po’ male. Oddio, dire in giro vuol dire usare un eufemismo. Perché per mezza […]

Linate e il vantaggio strategico

Linate, dal 1937, è una cosa viva, un pezzo importante di Milano. E Piero Bassetti, primo presidente della Lombardia, uno che le cose milanesi le conosce fino in fondo, sostiene che vada bene pensare all’aeroporto cittadino, ma aggiunge che, senza Malpensa, Milano rischia di perdere la connettività con il resto del mondo. Perché se il […]

Promessa mantenuta

NON ESISTONO vie di mezzo. Gli assassini o li prendi all’istante o ti tocca lavorare un sacco, incrociare migliaia di dati, aspettare un tempo che spesso ti pare infinito e che a volte lo è. Ti tocca tendere la trappola, e magari star fermo anche quando tutti premono, tutti ti criticano, tutti infieriscono e scrivono […]

Gravidanze contagiose

  Curiosa ma seria la notizia che ci arriva dagli scienziati. Leggiamola. Washington (Agi). La gravidanza potrebbe essere “contagiosa”. Almeno nel caso di studentesse di scuole superiori, stando a un nuovo studio condotto da un gruppo di ricercatori italiani. Per scoprire la prevalenza e la possibilità che l’amicizia influenzasse la gravidanza, gli scienziati si sono focalizzati su oltre 1.700 […]

Morire di rabbia

Quello che stiamo per raccontare succede a Bergamo.  Ma potrebbe accadere ovunque. La notizia è questa: “Si e’ arrabbiato per il traffico intenso e si e’ sentito male in auto. E’ morto cosi’ un uomo di 51 anni, che abitava a Torino, stroncato da un infarto  mentre era in auto con la moglie sulla provinciale che collega Orio […]

Definizione di un barbone

Definitemi un barbone, per cortesia. Che cosa è, chi è un clochard? Meglio: come faccio a riconoscerlo al di là di ogni ragionevole dubbio? Ce l’ha scritto in fronte o  devo sperare di trovare qualche indizio sulla carta di identità, alla voce “professione”? Questo mi sono chiesto quando ho letto della bizzarra idea di multare […]

Ok, glass

«Ok glass», vien voglia di dire. Perché ormai ci siamo. E se il marketing è ancora marketing, allora vedrete che nei prossimi mesi diventerà un tormentone la mitica stringa “Ok, glass”, la doppia parola magica con la quale attivare gli occhiali di Mountain View. Quelli che si connettono a Internet, scattano le foto, ti indicano […]

La misura della solitudine

La notizia è di quelle interessanti. L’ha lanciata l’Ansa, leggetela qui: “La solitudine lascia la sua triste impronta anche sul Dna: lo stress che deriva dall’isolamento sociale determina infatti un accorciamento prematuro delle estremità dei cromosomi, accelerando l’invecchiamento delle cellule dell’organismo. Lo rivela uno studio condotto sui pappagalli cenerini dai ricercatori dell’università veterinaria di Vienna. I […]

Il tariffario del malaffare

Trovi francamente di che metterti le mani nei capelli quando leggi l’ordinanza di custodia cautelare in carcere con il quale il Gip di Milano fa proprie le considerazioni della Procura sulle infiltrazioni criminali, della ‘ndrangheta in particolare, nel Lecchese, tra il capolouogo e Valmadrera. Vien da mettersi le mani nei capelli quando leggi che un […]

Per dovere di cronaca

Come voi, leggo da tre anni, e in particolare in questi giorni, della vicenda di Giuseppe Uva, l’uomo morto a Varese il 14 giugno del 2008 dopo una burrascosa notte trascorsa nella caserma dei carabinieri. Dico da tre anni, perché – confesso – il primo ricordo che ho di questa vicenda risale a quel periodo, […]