La Biblioteca

Correte in edicola

GUARDATELA bene quella foto. Concentratevi sul suo sguardo. E rabbrividite. Vi trovate di fronte a Michael Seifert, il giovanissimo ucraino (aveva vent’anni nel 1944) che seminò il terrore tra gli internati del campo di Bolzano. Un sadico. Un assassino. Fu estradato in Italia nel 2008 e condannato all’ergastolo. Nel 2010 morì. Oppure, fatevi coraggio, spostatevi […]

Correte in edicola

GUARDATELA bene quella foto. Concentratevi sul suo sguardo. E rabbrividite. Vi trovate di fronte a Michael Seifert, il giovanissimo ucraino (aveva vent’anni nel 1944) che seminò il terrore tra gli internati del campo di Bolzano. Un sadico. Un assassino. Fu estradato in Italia nel 2008 e condannato all’ergastolo. Nel 2010 morì. Oppure, fatevi coraggio, spostatevi […]

in Esteri

Fillon, il liberista ko

CHIEDE scusa ai francesi, eppure insiste: «Tutto regolare. Non vedo perché mia moglie debba restituire i soldi». Ribadisce: non correrò per l’Eliseo se e solo se sarò incriminato. Sottolinea: i Républicains sono ancora con me e le mie ricette modello Thatcher la soluzione di tutti i mali della Francia. Ma, a meno di clamorose svolte, […]

in Esteri

Eccone altri

FINE settimana ad alta passione. Politica. Sì, la Francia si divide, i candidati all’Eliseo propongono le loro soluzioni, le bandiere sventolano in contemporanea. E se sabato era stato il turno di Emmanuel Macron, ex socialista ora deciso a declinare un liberalismo «né di destra né di sinistra», ieri è toccato all’ultradestra di Marine Le Pen […]

in Esteri

Eccone un’altra (buona)

La polizia di New York indaga sull’esplosione di svastiche naziste e insulti nei confronti degli ebrei sui vagoni della metro. Ma alcuni passeggeri newyorkesi, scandalizzati e indignati, si sono uniti e le hanno rimosse. Incredibile: ne hanno fatta una buona. Ah, che sbadato! Si parla di New York. Non dell’Ohio. Dove c’è “il popolo”

in Esteri

Eccone un’altra

Siccome son tempi oscuri, dominati dal buio della ragione, eccone un’altra. Si chiama Marine Le Pen ed è data come prima alle prossime elezioni di Francia (avete visto che bella figura ha fatto il “liberista” Fillon?). Probabilmente si batterà con Emmanuel Macron che ipnotizza i suoi dicendosi “né di destra né di sinistra” (sai che […]

in Esteri

Eccone un’altra

«L’opinione di questo cosiddetto giudice, che essenzialmente priva il nostro paese della legalità, è ridicola e verrà rovesciata». Così Trump sul giudice di Seattle che ha bloccato il decreto per le restrizioni sugli ingressi negli Usa alle persone provenienti da 7 paesi a maggioranza musulmana Evvai! Non passa minuto che non ne spari una! Proprio […]

in Esteri

A volte ritornano

Il giorno dopo le nuove sanzioni di Trump all’Iran, il regime dà il via a esercitazioni militari che utilizzeranno anche missili. Lo dicono i Guardiani della Rivoluzione. Donald è davvero bravo. Riesce a scoperchiare le tombe e a resuscitare questi lugubri personaggi. Davvero uno statista (che, ovvio, si occupa del “popolo”)

in Esteri

Ma no…

Il capo della Cia, Mike Pompeo, ha nominato vicedirettore dell’agenzia Gina Haspel, un’agente accusata di aver ordinato l’uso della tortura nei confronti di alcuni detenuti durante interrogatori segreti quando dirigeva un carcere in Thailandia. Apperò…

in Esteri

Ma che bravo

Allora. Non son bastate trombe (e tromboni) per dire che Trump era il nuovo. Che avrebbe cambiato tutto. Che era voce di popolo e quindi di Dio. Detto, fatto. In tre giorni è riuscito ad appoggiare Israele sui nuovi insediamenti salvo poi fare marcia indietro. Ha offeso Nieto, presidente del Messico con la vergogna del […]

Parla Bertinotti

«NON è una scissione. Meglio: non sarebbe una scissione». Fausto Bertinotti, già leader di Rifondazione comunista, protagonista di celebri e innumerevoli battaglie a sinistra sia sul fronte socialista che comunista, scuote la testa. «Permettetemi – attacca – di restare fedele all’analisi gramsciana: lo spirito di scissione è una grande idea applicabile solo ed esclusivamente a […]

Politiche comparate

In attesa del risultato delle primarie del centrosinistra in Francia e della quotidiana sparata di Donald Trump (sì, è il presidente degli Usa, è vero, facciamocene una ragione), impossibile notare come il panorama politico italiano sia denso di lampi e saette. Peccato che alla “ggente” (al “popolo”) non importi granché, ma questo è un discorso […]

in Esteri

Non si sfugge

“Parliament first”. La Corte suprema ha deciso: il governo di destra guidato dalla May dovrà passare dal Parlamento per far scattare l’articolo 50 del trattato di Lisbona. Insomma, la Brexit arriverà, ma le regole vanno rispettate. E, volenti o nolenti, anche gli eurofobici devono farsene una ragione. Evitare il Parlamento vorrebbe dire violare il diritto […]