Blow up

Gianmaria Testa, lo chansonnier che la Francia ci invidiava

Ci sono stagioni perfette per ascoltare determinate canzoni. Sembra quasi uno scherzo del destino che Gianmaria Testa se ne sia andato proprio quando la primavera sta iniziando a far sentire i suoi effetti benefici. Perché forse è proprio questo il periodo migliore per farsi trasportare tra le colline che descriveva nelle sue canzoni e che in […]

I cinque concerti rock che hanno cambiato la storia

13 luglio 1985. A firmare “We are the world” furono Michael Jackson e Lionel Richie. A cantarla il supergruppo “Usa for Africa”. E’ la canzone simbolo del primo “Live Aid”, il progetto ambizioso di Bob Geldof e Midge Ure che riusce a catalizzare l’attenzione mondiale sull’emergenza povertà in Africa. Nella storia del rock il “Live […]

Il punk è (quasi) morto

Quel ‘God save the queen’ che all’epoca – era il 1977, l’anno del Giubileo d’argento di Elisabetta II – sembrava di un’irriverenza assoluta nei confronti di Sua Maestà. Soprattutto se a cantarlo con un attacco del genere “God save the queen, the fascist regime” era una punk band su una chiatta sul Tamigi (l’esibizione fu interrotta quasi immediatamente). Ma ora […]

Il disco postumo di Buckley: la grazia è (solo) commerciale

Non c’è nulla che possa riportarlo indietro. Non certamente l’ennesimo disco post mortem. Se di mezzo non ci fosse l’aspetto commerciale nel vedere un nuovo album di Jeff Buckley nei negozi, uno potrebbe pensare che la mamma Mary non si sia rassegnata alla morte del figlio e che faccia un’operazione, rastrellando qua e là le […]

DiCaprio, Jim Carroll e i Massimo Volume

L’associazione d’idee alla vigilia della notte degli Oscar. Se davvero dovesse vincere Leonardo DiCaprio non potrò non pensare – e lo faccio già ora in anticipo – a uno dei suoi primi film “The Basketball Diaries” che da noi uscì col titolo tradotto in “Ritorno dal nulla”. Era il 1994 (il ’95 in Italia) e […]

Subsonica e quattro note di civetteria

Ok, sono i giorni di Sanremo. E Sanremo val bene almeno un paio di polemiche. Magari sul nulla. Ma stavolta forse si è esagerato un po’. Anche perché i Subsonica andarono al festival quindici anni fa con “Tutti i miei sbagli” che ora in qualche maniera sembrano rivendicare come musa ispiratrice della colonna sonora dell’ultimo […]

Come ti remixo i Massive Attack

Trip hop. Il viaggio è ancora un’emozione a vent’anni da quell’etichettatura posta sulla musica di Bristol? Certo, Karmacoma dei Massive Attack si mantiene ancora bene. Con struscio o senza struscio della puntina sul vinile. E si mantiene meglio ancora ascoltandola nel remix che fecero gli Almamegretta per i quali gli stessi Massive Attack dimostrarono inaspettata […]

Addio a Glenn Frey (Eagles). Ma che cos’è l’immortalità musicale

È morto Glenn Frey. La metà degli Eagles che se ne va. È senza pace questo gennaio che di colpo sembra diventare il mese dei necrologi musicali. Purtroppo, per ragioni strettamente anagrafiche, dovremo abituarci al peggio: quella generazione lì viaggia ormai verso i settanta, quando non li ha passati. E l’immortalita, per quanto ci si […]

Per sempre David Bowie

C’è un anello di congiunzione generazionale. E “The man who sold the world” per noi trentenni (che ormai veleggiamo verso i quaranta) in qualche maniera lo è. La sentimmo cantare da Kurt Cobain più o meno quando lui se ne era già andato e noi avevamo appena quattordici anni: 1994, l’unplugged di Mtv dei Nirvana, […]

Un regalo di Natale dai Radiohead

Spectre. Come il film. I Radiohead hanno provato a mettere la loro firma nella colonna sonora dell’ultimo film di 007. “Ma non è andata”, così ha scritto con un tweet Thom Yorke quando ha deciso di condividere con il mondo questa canzone che altrimenti sarebbe rimasta nell’hard disk del gruppo. E invece, eccola. “Spectre” si […]

L’importanza di ascoltare Sufjan Stevens. La playlist prenatalizia

Non sapevo che il punto d’arrivo sarebbe stato poi quello di partenza di questo post. Perché in tempo di bilanci del 2015 che sta per andare in archivio, si discute (giustamente) di dischi. E nel 2015 c’è un disco che ha segnato l’anno e il vissuto del sottoscritto: “Carrie e Lowell”. Fin troppo facile dirlo […]

Grunge is (not) dead

Se ne è andato anche Scott Weiland. La lista di quelli nati nel 1967 che s’inventarono il grunge e che sono scomparsi prematuramente, si allunga. Purtroppo. La morte di Weiland, cantante degli Stone Temple Pilots, arriva dopo quelle di Kurt Cobain, l’icona di un genere e di un modo di fare musica, e di Layne […]

L’Islanda è uno stato mentale

Nell’ultimo post si parlava di Sigur Ros e di scena islandese oltre Bjork. Ma se uno ci pensa un istante, magari subito dopo aver visto l’ultimo film di Gianni Zanasi “La felicità è un sistema complesso” e pensa in particolare a quella canzone – non quella dei Nouvelle Vague (bella scelta comunque) – ma al […]