Diritto di Cronaca

Un sottopasso e si viaggia meglio

Chi deve entrare in auto a Venegono Superiore venendo dalla provinciale Varese-Saronno, è costretto a transitare in uno dei tre caselli delle Ferrovie Nord e se tutto va bene si becca un solo treno. Altrimenti, come il sottoscritto stamattina, sono due se non tre. Quindi ben venga il sottopasso, che dovrebbe essere terminato entro fine anno, come già esiste a Venegono Inferiore, per eliminare code a sbarre abbassate e ridurre i tempi di percorrenza. Era da tempo che se ne discuteva e ora è realtà. Enzo Bernasconi, Varese

Quindi buone notizie, caro lettore. Lo confermano le informazioni che abbiamo ricevuto da Ferrovienord: “L’intervento in corso a Venegono Superiore consiste nella realizzazione di un sottopasso veicolare e di una pista ciclopedonale in sostituzione del passaggio a livello. L’opera ha un valore complessivo di circa 2 milioni di euro e prevede anche la realizzazione di due rotatorie d’innesto sulla viabilità esistente per l’accesso al sottopasso, rispettivamente su via Battisti a est e su via Diaz a ovest. Il cantiere è stato aperto a febbraio di quest’anno e si concluderà per la fine dell’anno. L’eliminazione dei passaggi a livello è un tipo di intervento su cui Ferrovienord è particolarmente impegnata sia per migliorare la sicurezza della rete sia, naturalmente, per favorire la viabilità. A partire dall’attivazione della Saronno-Seregno (dicembre 2012) sono stati chiusi complessivamente 25 passaggi a livello in diversi Comuni. Altre opere analoghe sono previste nel nuovo Contratto di Programma firmato con Regione Lombardia a luglio 2016”. Passaggi a livello razza in via di (lenta) estinzione? Si direbbe proprio di sì. Anacronistici e pericolosi, più volte teatro di incidenti anche gravi, stanno gradualmente cedendo il passo a sottopassi e cavalcavia. Soprattutto, come nel caso segnalato dal lettore, quando c’è collaborazione fra Ferrovie e amministrazioni comunali. Ripubblichiamo i numeri (più eloquenti di ogni altra cosa) che ci aveva fornito qualche tempo fa Rete Ferroviaria italiana. Al 31 dicembre 2016, sugli oltre 16.700 chilometri di binari, risultavano attivi 4.620 passaggi a livello, di cui 902 (meno del 20%) in gestione a privati, gli altri a Rfi. In Lombardia, alla stessa data, erano in attività 788 passaggi a livello. Al 31 dicembre 2014 i passaggi con le sbarre erano 5.010 in tutta Italia (837 in Lombardia), al 31 dicembre 2015 erano scesi a 4.840 (816 in Lombardia). Nell’arco del 2016 nella nostra regione sono stati soppressi 28 passaggi a livello (5 di Rfi , 23 privati), mentre sul territorio nazionale ne sono stati cancellati 168. Entro il 2017 devono essere eliminati 14 passaggi a livello, tutti privati, in Lombardia e 120 (28 Rfi e 92 privati) in tutta la penisola. gabrielemoroni51@gmail.com

comments powered by Disqus