Profondo Rosso

L’auto che non cambiò il destino di Ayrton

Prendiamoci una pausa.

Tanto avremo tempo e modo, nel week end Pasquale, di delirare a proposito di cose da Gran Premio!
Oggi, mercoledì.
Sant'Agata Bolognese.
Sede della Lamborghini.
Stefano Domenicali inaugura una mostra dedicata alle macchine da Gran Premio guidate da Ayrton Senna.
Con la Toleman, ci sono tutte.
In particolare, sarà esposta anche la monoposto che poteva cambiare il destino del mio amico brasiliano.
1993.
La storia me la ricordo bene. Ne scrissi tanto, in un'epoca senza Internet e senza troll, cioè mancava qualcosa di buono e anche qualcosa di squallido.
La McLaren cercava un motore per il 1994.
In Lamborghini un altro amico mio, Mauro Forghieri, aveva progettato un gran bel dodici cilindri.
Venne montato sulla McLaren.
A Senna, che provo' la vettura, piacque tanto.
Ma Ron Dennis fece l'accordo con la Peugeot e Ayrton firmò per la Williams.
Il resto è storia. Anche processuale.
La mostra, curata dall'ottimo montezemolato di complemento Antonio Ghini, è corredata dai testi di Giorgio Terruzzi e dalle foto di Ercole Colombo.
Resta aperta sei mesi.
Andate a vederla, ne vale la pena.
comments powered by Disqus