Il pianeta azzurro
in Esteri

Antartide, per la stazione di Dome C è iniziata la lunga avventura

di Alessandro Farruggia Si chiama “winter over” ed è cominciato. Soli, a 3.233 metri di quota di cui 3.100 di ghiaccio, nella notte antartica che regala temperature fino a meno 80, (quasi) senza possibilità di recupero. I casi di voli di soccorso sono stati solo tre, tutti condotti dai piloti canadesi della Ken Borek Air, […]

in Esteri

Clima, da Trump nulla di nuovo

Calma e gesso. No, nonostate qualche frettoloso servizio giornalistico possa aver fatto pensare il contrario, Donald Trump non ha affatto cambiato idea sull’accordo di Parigi sul clima. Non ha minimamente cambiato la sua posizione. Sta solo facendo il gioco delle tre carte. In una conferenza stampa ha provato di nuovo a sollecitare un diverso tipo […]

in Esteri

L’orso polare morente è l’immagine del cambiamento climatico in atto

di Alessandro Farruggia Il video del National Geographic dell’orso polare che muore letteralmente di fame sull’isola di Baffin, in Canada, ci racconta in una maniera forte come un cazzotto allo stomaco una scomoda ma ben nota verità: il cambiamento climatico colpisce duramente le popolazioni di orso bianco. E il motivo è chiaro: la riduzione dei […]

in Esteri

Rutenio 106 sull’Europa, il sospettato, 60 anni dopo, è ancora Mayak

Tassello dopo tassello il puzzle del giallo della nuvola di Rutenio 106 rilevata sopra l’Europa tra i 27 settembre e il 13 ottobre inizia ad andare al suo posto. E fa emergere un possibile responsabile: il complesso industriale nucleare russo di Mayak.  La presenza del Rutenio 106 fu segnalata lo scorso 9 novembre dall’istituto per […]

in Esteri

Conferenza sul clima, avanti (piano), nonostante Trump

di Alessandro Farruggia Gli eventi estremi, l’aumento delle temperature, la riduzione dei ghiacci. I segnali del cambiamento climatico in atto sono ovunque, già oggi. Ma la battaglia contro i cambiamenti climatici la si vince solo facendo difficili scelte poltiche, nel segno dello sviluppo tecnologico, della modifica del mix energetico e degli stili di vita, della […]

in Esteri

Tre militari francesi morti in Libia. Allora ci sono

  Ancora brutte notizie per la Francia. Tre soldati francesi sono morti in Libia. Il loro elicottero è stato colpito domenica da un missile spalleggiabile SA7 “Grail” lanciato da una milizia di Bengasi, ed è precipitato. I tre sottufficiali facevano parte del Centre national d’entraînement des forces de gendarmerie de Saint-Astier (Dordogne). Morti anche un […]

in Esteri

Haibatullah dopo Mansoor: i talebani scelgono la vecchia linea

Il mullah Mansoor è morto, tocca al maulawi Haibatullah Akhundzada. E’ ufficiale. Il mullah Mansoor è effettivamente stato ucciso nell’attacco condotto da un drone americano sabato nella provincia pakistana del Belucistan. E la shura di Quetta si è riunita e ha rapidamente nominato il suo successore, comunicandolo con una nota. “Il consiglio di guida dell’Emirato […]

Afghanistan. Morto il mullah Mansoor. Forse

  Il Mullah Aktar Muhammad Mansoor è morto. Forse. Con una nota del portavoce del Pentagono, l’America ha annunciato ieri che il leader dei talebani, il mullah Aktar Mansoor, emiro talebano dell’Afghanistan, è stato ucciso (secondo gli americani venerdi sera, secondo fonti afghane alle 16.30 di ieri, ora locale) in un attacco autorizzato dal Presidente […]

Poca giustizia per Fukushima

A cinque anni dalla tragedia nucleare di Fukushima, nonostante le ricostruzione dell’incidente stesso e delle sue conseguenze fatta dall’Aiea tenda a sottostimare _ una tradizione per l’International Atomic Energy Agency di Vienna _ gli effetti per la popolazione e l’ecosistema,  la contaminazione ambientale, vedi rapporto di Greenpeace, resta vasta e gli sforzi  decontaminazione, che teoricamente dovrebbero […]