Se Kimi resta in Lotus

Formula1

12 settembre 2012
Dicono in Lotus che Kimi resterà certamente con loro.

C'è un contratto, voluto dal Biondino,  che prevedeva, insieme ai bonus, l'automatica riconferma qualora il pilota avesse raggiunto un determinato punteggio nella classifica iridata.

Molto bene.

Paradossalmente, io sono contento e dispiaciuto al tempo stesso.

Contento, perchè sostengo in ogni sede certe cose a proposito di Raikkonen sin da quando guidava la Sauber. Penso sia protagonista di una stagione straordinaria. E' terzo a una lunghezza da Hamilton, con una macchina che un anno fa arrancava nelle retrovie. Tutti lo considerano la vera rivelazione della stagione, considerate le premesse e i due anni di stop. Non è serio continuarne a discutere il talento, a prescindere da quello che sarà l'epilogo del mondiale (ma se lo vincesse sono prenotato per una settimana di pantagrueliche celebrazioni fra Oulu, Turku, Helsinki).

Ma mi dispiace.

Mi dispiace, perchè è dal 2009 che immagino quanto grande sarebbe una coppia formata da Alonso e dal Santo Bevitore.

Anche qui, parlano gli archivi (miei).

Sono convinto che Fernando e Kimi potrebbero coabitare benissimo. Sono anche convinto che la Ferrari dovrebbe liberarsi della sindrome-Schumi, cioè quella cosa per la quale le cose funzionano meglio in presenza di un unico leader, per quanto strepitoso egli possa essere (Michelone lo era, Fernando lo è). Tanto per fare un esempio, nel biennio 2007/2008, quando si diceva che Raikkonen e Massa partivano alla pari, non a caso la Rossa ha vinto un titolo piloti, ne ha perso uno dopo il traguardo e ha vinto due titoli costruttori (il 2009, per i noti motivi di diffusore Brawn, non fa testo).

Comunque, vedremo.

Ps. Voglio tranquillizzare tutti. Essendo questo il mio blog, io continuerò, ovviamente, a scrivere quello che penso, nella maniera che reputo più opportuna, usando il vocabolario come più mi piace. Ci mancherebbe altro!!!
comments powered by Disqus